INFERTILITA' E PMA

Infertilità e PMA (#1) – La nostra storia

22 Maggio 2013
Infertilità

Ci siamo sposati in un lontano giorno d’estate. Era agosto, e faceva un caldo infernale, era il 2006.
Abbiamo iniziato la nostra vita matrimoniale dopo un bellissimo viaggio di nozze fatto alle Canarie.
La nostra vita matrimoniale procedeva felice e spensierata, tra sogni da realizzare e bollette da pagare.
Arriva il primo Natale e con esso una voglia indescrivibile di allargare la famiglia, un Natale in due era più che sufficiente. Iniziamo a fare l’amore senza precauzioni, convinti che in pochissimi mesi avremmo dato la lieta notizia. Ancora oggi sorrido alla nostra ingenuità.
Così dopo sei mesi di tentativi falliti e pieni di frustrazione decido di andare dalla ginecologa.
Dalla visita sembra tutto normale, mi prescrive le analisi del sangue di routine, dalle quali non risulta niente di che. Decidiamo di provarci ancora qualche mese.
Intanto approdo a un Forum di Infertilità e imparo a conoscere il mio corpo. Stick ovulatori alla mano iniziamo le maratonate, i rapporti a comando. Comincio anche a prendere la temperatura basale e a falsificare il grafico per vedere i segni di un’eventuale gravidanza.
Intanto intorno a noi è un continuo proliferare (e non parlo di nuove aziende), manco ci fosse un’epidemia.

Iniziano a infastidirmi gli annunci di gravidanza e i pancioni. Iniziamo a evitare amici, coppie con prole al seguito. Lo facevamo per difendere noi stessi.

Arriva il 2008 e con lui il primo spermiogramma per mio marito. La prima volta non è andata per niente bene, e come dargli torto, un bagno squallido in una corsia di ospedale non è proprio quello che uno si aspetta.
Decidiamo perciò di raccogliere il bottino a casa e di portarlo in ospedale entro un’ora. Missione compiuta 😉
Il referto purtroppo non era dei migliori, ma come facevamo a sapere se in quell’ora i valorosi soldatini si fossero stancati di marciare avanti e indietro?
Decidiamo di ripetere l’esame in un Centro privato. Analizzato subito dalla Biologa, il campione è compatibile con una gravidanza naturale.
Intanto scopro di avere una Tiroidite Autoimmune (dovuta sicuramente a un periodo di forte stress) e inizio la cura con l’eutirox.
Faccio anche l’esame per verificare lo stato delle tube. Tutto ok!

Nel 2009 decidiamo di provare con la PMA.

La nostra situazione è buona quindi si inizia con le IUI (inseminazioni intrauterine). Ne facciamo tre.
Alla seconda per la prima volta in vita mia vedo le Beta HCG positive, ma avevo il ciclo. Biochimica.

A novembre quella che doveva essere la quarta IUI diventa una ICSI per eccesso di follicoli. Non ho neanche il tempo di rendermi conto di quello che mi sta succedendo che mi ritrovo in sala operatoria per il pick-up. Prelevati 11 ovociti. Di 5 embrioni, rimangono due bellissime blastocisti. Transfer in quinta giornata. Beta negative.

Da lì la mia disperazione.
Ho smesso di credere, di sperare e soprattutto di essere felice. Riuscivo solo a provare rabbia per quella maternità che mi era stata negata.

Ho iniziato a sentirmi diversa, sbagliata, una donna a metà, e ho alzato un muro tra me e mio marito.
Volevo renderlo libero. Libero di poter essere un padre con un’altra donna.
Ma lui con la sua dolce pazienza ha tolto ogni mattone di quel muro per tornare a prendere la mia mano. Per guardarmi negli occhi e farmi capire che io ero tutto quello che voleva, anche senza figli.
E insieme abbiamo ricominciato a vivere. A guardare verso la stessa direzione.
E in quella direzione c’era ancora il nostro sogno, ecco perché dopo quasi quattro anni abbiamo deciso di dargli un’altra possibilità. 

 

 

 

 

 

 

Avatar

Miky

Miky, 39 anni, un cuore sardo che batte in Piemonte. Moglie e mamma. Qui tra le pagine del mio blog, condivido passioni e ricordi, istanti di vita e piccoli dettagli di una giornata qualunque. Perché voglio ricordarmi ogni giorno quanto sia straordinario poter vivere un'ordinaria quotidianità!

More Posts

    Leave a Reply