GRAVIDANZA

Cosa si nasconde dietro il mito della gravidanza

24 Luglio 2013
Paure in gravidanza
E’ da un pò che non aggiorno il blog, ma non pensate che sono una di quelle che spariscono dalla blogosfera solo perché ce l’hanno fatto. Non è così, davvero, ci sono ancora tante cose che voglio condividere con voi e di cui vi vorrei parlare. Essere arrivata dove sono è solo un piccolo traguardo. La strada è ancora tutta in salita. E’ che a volte non riesco a esternare i miei sentimenti. A mettere nero su bianco quello che provo. Le emozioni sono tante, e spesso contrastanti. Felicità e tristezza, paura e speranza, ottimismo e pessimismo.
Voglio essere sincera con voi, non è tutto così meraviglioso e bello come dicono, come raccontano. Ho cercato questa gravidanza per sette lunghi anni, ho combattuto, sofferto, toccato il fondo. Ho desiderato la vita crescere in me più di ogni altra cosa al mondo e ora… beh ora che c’è ho una paura fottuta del futuro. Sono assalita da mille preoccupazioni e ansie, ma la cosa peggiore è il sentirmi in colpa per non essere stra-felice, per non toccare il cielo con un dito, per il non sentirmi tutti i giorni come Alice nel Paese delle Meraviglie. Tutti parlano della gravidanza come un momento idilliaco e pieno di realizzazione per la futura mamma. Ma è davvero così? Vi prego mamme della blogosfera siate sincere, per voi è stato il periodo più bello della vostra vita? Perché se è così io allora sono un mostro. Mi sveglio con l’angoscia e sono “assente”, ho paura di non essere all’altezza della situazione, ma soprattutto sono spaventata quando mi sento ansiosa, perché inevitabilmente mi torna alla mente il mio periodo buio.
Forse saranno gli ormoni, anzi sicuramente saranno gli ormoni, ma io immaginavo questo periodo completamene diverso.
Ieri ne ho parlato con una cara amica. Lei è alla sua seconda gravidanza e mi ha detto che è tutto normalissimo. Mi ha tranquillizzata.
Io intanto sto pensando di telefonare alla mia vecchia psicoterapeuta, del resto non potrà che essermi d’aiuto…
Comunque voglio credere che questo malessere “psicologico” sia normale, e molte donne non ne parlano per vergogna o per la paura di non essere capite.
E ora veniamo ai due monellini che stanno crescendo dentro di me. Monellini perché giovedì, la sera prima dell’ecografia, mi hanno fatto prendere un bello spavento. Ho avuto qualche perdita di sangue e ho pensato subito al peggio.
L’indomani per fortuna però l’eco ci ha mostrato due fagiolini in perfetta forma, uno di 0,95 cm e l’altro di 0,94 cm. I loro cuoricini battevano forte forte ❤ ❤ ero alla 7+0
Io sto bene e continuo a non avere nessun sintomo e credo sia una bella fortuna non alzarsi la mattina con la nausea 😉
La prossima eco il 5 settembre o.O come farò a resistere per così tanto tempo senza vederli? Credo che prenderò appuntamento da qualche altra parte, almeno per placare le ansie.

 

Avatar

Miky

Miky, 40 anni, un cuore sardo che batte in Piemonte. Moglie e mamma. Qui tra le pagine del mio blog, condivido passioni e ricordi, istanti di vita e piccoli dettagli di una giornata qualunque. Perché voglio ricordarmi ogni giorno quanto sia straordinario poter vivere un'ordinaria quotidianità!

More Posts

    Leave a Reply